venerdì 3 febbraio 2012

Pirl Jam


C'è questo gruppo di sciamanati, una ventina di persone in tutto. Non si vedono praticamene mai, tranne qualcuno, tra di loro, per altre cose. In comune non hanno quasi nulla: sono studenti, bancari, insegnanti, operai. Anche le età sono molto eterogenee: ci sono nerd sedicenni e cinquantenni immarcescibili. C'è chi arriva in giacca e chi ha solo t-shirt di gruppi musicali.
Li accomuna la musica. Non importa nemmeno tanto quale, a dire il vero. È più che altro la voglia di suonare che li fa ritrovare.
La location può anche cambiare ma di solito si predilige una osteria sui colli dove credono nella musica dal vivo. È un piccolo ristorantino dove c'è un piccolo palco: in una serata su De Andrè, per farci stare batteria, percussioni, strumenti etnici, i cantanti erano praticamente in braccio ad un ascoltatore seduto al tavolo. 

C'è un profeta, un guru, che senza preavviso, senza cadenze fisse mette su internet una scaletta. Di solito a tema, che so: il suono dei Seventies o The Beatles Night.
E sotto un forum in cui si fa a gara a chi si prende per primo i pezzi migliori, quelli che già sa e qualcuno di nuovo (per non dover imparare troppe cose nuove).
Poi si passano un paio di settimane a fare le ore piccole con la chitarra in mano e le cuffie alle orecchie per studiarsi le canzoni, i soli e le ritmiche. 
Poi si sale sul palco. Senza prove, all'inizio senza conoscersi. 
A fine febbraio ci si trova per la serata Rock Blues. Io ho due pezzi di Clapton, uno di Gary Moore, uno di Jeff Beck e poi ne canto un paio di Stevie Ray Vaughan.
Spero di avere il tempo di prepararmi bene sono sicuro che i compagni faranno bene la loro parte (di solito è così). Devo togliere un po' di ruggine dalle corde della Fender e dalle dita. Nel primo caso è sufficiente cambiarle. Il secondo è un po' più complesso.

L'obiettivo minimo è divertirsi e non fare la figura peggiore di tutti.
Se ci pensate, è un po' come nella vita.

20 commenti:

  1. GO! Gae GO!
    In bocca al lupo allora :)

    RispondiElimina
  2. Vaiii!
    E che figo il nuovo blog... soprattutto ho apprezzato la citazione "di amore, di morte..." :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, certe vaccate mi vengono così!

      Elimina
  3. Alla grande Gae!
    Keep on rockin' in a free world! ;)

    RispondiElimina
  4. Posso venire a sentirti? Applausi garantiti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai voglia, certo che puoi venire (ma non farti troppe aspettative, è pur sempre un concerto di gente che non ha provato). Siamo alla Quercia di Arcugnano il 24 di febbraio.

      Elimina
  5. Grande!in bocca al lupo e complimenti per il nuovo look!

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutti per gli "inbocchiailupi"

    RispondiElimina
  7. Stratobabbo, per te un premio stratosferico
    http://dammilamanina.blogspot.com/2012/02/and-winner-is-me.html

    RispondiElimina
  8. ma pirl jam è il nome della band?
    vi consiglio di usarlo perché spacca! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No il nome di questa band sempre in evoluzione è fat bottom boyz

      Elimina
  9. Pirl Jam? Mi sembra di averli sentiti ...

    RispondiElimina
  10. Che bello...mi piacerebbe venire ad ascoltarti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh! Non credo che suoneremo così bene da meritare un viaggio da Milano

      Elimina
  11. Ti ho nominato nel mio blog per un gioco se ti va....

    RispondiElimina
  12. allora buon divertimento... e la figura peggiore non la farai, lo sento, ne sono sicuro... :D

    RispondiElimina
  13. Pensaci se vuoi musicare "La lavoratrice precaria"... sai mai... ^_^

    RispondiElimina

Scrivi quello che vuoi, in questo blog non si censura un ca##@