mercoledì 9 ottobre 2013

Il blogger oscuro - il ritorno #strettchaps



Stamattina accendo il pc e trovo una sorpresa: Stratobabbo è stato rimosso.

Respiro. Smarrimento. Panico.

È durata qualche minuto, forse più di quanto meritasse.

A ben guardare non funiona nulla che sia collegato a Google: la posta, blogger, google+

Lo scrivo su Facebook, come sempre senza essere chiaro, a metà via fra la battuta e l'allarme. Che poi io se sono preoccupato aumento in modo significativo le battute.

Non risponde nessuno per parecchio tempo.

Nel frattempo un paio di amici mi mandano dei messaggi allarmati: non ci sei più.

Non ho, in ogni caso, il tempo per starci dietro e decido di lasciare sedimentare il tutto, compreso il mio allarme.

Non posso lavorare ma ogni tanto do un'occhiata per vedere se sia un problema solo mio.

Tutto tace.

Gmail mi dice che devo dimostrare di avere più di 13 anni o eliminano tutto.

Va ben, non è difficile, per quello. Non è chiaro se riavrò Stratobabbo come prima.

Tutto tace, a parte una webfriend che mi offre aiuto. Gradito, molto.

Forte no?

Mi veniva un parallelismo, fatte le dovute proporzioni (perché diciamolo che queste qua sono cazzate): su quante persone possiamo contare, in generale, su qualsiasi piattaforma ci troviamo, sia essa virtuale o reale?

Molto poche in fondo. Anche se abbiamo 2000 “amici” su facebook o 3000 numeri in rubrica

Vuoi perché c'è un gran casino e non si sente (o non si legge), vuoi perché un conto è passarsi le serate a ridere ma guardarci negli occhi nella difficoltà è più tosta, vuoi perché “scusa non c'ero”, ci sono mille scusanti, spesso valide, anche.

Ed avevo solo voglia di tornare a casa ad abbracciare Silver (che su facebook non c'è) e coccolarmi i bambini e, finché lo pensavo, realizzavo che non è vero che “non c'ero più”, ero semplicemente come Tony Stark alla fine di Iron Man 3 (attenzione spoiler): senza armature ma pronto a dire ancora “Io sono Iron Man”.

Non è il blog che fa di me El_Gae, sono io che do l'anima a Stratobabbo.

Potevo anche farne senza o pensare di ripartire da capo. 
Così che, quando finalmente anche Google si è ricordato che di anni ne ho quasi 40, quasi mi dispiaceva dover rinunciare a provarci. 
 

26 commenti:

  1. Il mondo come volontà e rappresentazione, ok, non si sparisce ma un po' sarebbero tremate le c....e a chiunque, diciamolo :)
    #strettchapps me lo rivenderò, sappilo!

    RispondiElimina
  2. Anni fa, mentre ero in vacanza, qualcuno mi ha fatto un redirect del blog... mi è venuto un colpo e anche da piangere. È vero che non è il blog a fare di te El_Gae, ma è anche vero che qui c'è un pezzo della tua storia e forse io sarò sentimentale, ma sarebbe stato triste se fosse andata perduta.

    RispondiElimina
  3. Dici bene: siamo assolutamente noi l'anima di questi spazi .
    Gran bel post, come sempre.

    RispondiElimina
  4. Tra l'altro, neanche in casa Ford siamo utenti FB! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravi. A me non dispiace, ma va usato con misura.

      Elimina
  5. St3sso problema e nessuna connessione al tablet per tutta la giornata. Facebook ?? Cos'è ? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora non sono l'unica a non avere FB!!! ^_^

      Elimina
    2. Non demonizzo! Ma bisogna stare attenti.

      Elimina
  6. Quando ad aprile ho - stupidamente - eliminato il mio account e di conseguenza il mio blog, ho avuto sostegno dalle persone più impensate. E al contrario persone che credevo virtualmente vicine non si sono neanche rese conto della "sparizione".
    D'altra parte la vita virtuale gira esattamente come quella reale.
    Però ti dirò: stare più di un mese senza il blog è stato come stare senza una gamba! Velma mi mancava, insomma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avrei resistito due giorni. Per dire...

      Elimina
  7. Beh meglio che si sia risolto... se no cosa leggo quando sono indivanato per stanchezza terapia... ;) ... cmq el_gae è el_gae anche se cambiavi blog...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio, però anche letture più interessanti.

      Elimina
  8. Quando stamattina ho visto che non c'eri più mi è venuto un colpo, perché anche se non ci conosciamo, anche se non commento sempre, anche se non ho un blog e quindi la nostra "conoscenza" virtuale è a senso unico, io all'appuntamento coi tuoi post rinuncerei mal volentieri. Felice che tutto si sia risolto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie... però ora devi aprire un blog pure tu... ;)

      Elimina
    2. Mio marito non vuole, potrei farlo in maniera anonima però.......

      Elimina
  9. Splendido post, sarebbe da incorniciare. Sia fatto girare!

    RispondiElimina
  10. Ehi grande capo...come la mettiamo, stamattina ti parlavo e tu eri "virtualmente" sparito....Scherzo naturalmente !! C'eri e come e ad essere sincera mi sento fortunata a lavorare con te ...tutti i giorni !!
    Certo che per essere una femminista sono un pò sdolcinata, forse devo un pò rivedere le mie idiologie...ah ah ah
    Sabri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come vedi hai avuto prova che io non sparisco. Io sono Iron Man ;)

      Elimina
  11. Beh, per quello che può contare, a me perderti sarebbe dispiaciuto. E mi saresti mancato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, cara! Ora scende la lacrimuccia. ;)

      Elimina
  12. No. Senza Stratobabbo no.
    Già senza Velma ero preoccupata. Poi è tornata.
    Meno male che la disavventura è finita bene.

    RispondiElimina

Scrivi quello che vuoi, in questo blog non si censura un ca##@