venerdì 30 agosto 2013

Arnica

Ho scoperto l'Arnica.
Se me lo aveste chiesto lo scorso anno vi avrei detto che è un rimedio naturale che, come tutti i rimedi naturali può funzionare ed anche no. Ve lo avrei detto così, in modo qualunquista e disinformato, solo per demolire ciò che non conosco.
Poi ho scoperto che fa benissimo per le botte sulla crapa che i miei figli si prendono in continuazione.
Ora so che è un eccezionale rimedio per la tendite che mi affligge da anni: un massaggino al mattino e via, movimenti lievi come se fossi uno smilzo.
Ma non volevo parlare della tendinite

Pensavo che sarebbe bello avere un Arnica per ogni problema, no?
Un unguento per le cazzate che ci dicono e per prevenire quelle che diciamo.
Qualcosa che spalmandola ci protegga dalla cattiveria gratuita degli altri, che faccia scivolare il bisogno di esercitare il potere su di noi.
Una pomata contro la stupidità, anche. Perchè a volte, pur riconoscendola, non siamo in grado di sopportarla, non ce ne facciamo una ragione. E ci stiamo male, e loro non se ne accorgono o, peggio, ne godono. E ci stiamo ancora peggio.
Ci sarà una pomatina per questo, no? Anche da applicare dopo, se proprio non si può prevenire.

Una crema per il dolore, poi. Non quello fisico, che per quello c'è. Per quello che ci prende dentro, che ci spacca.
Una pomata per i magoni che abbiamo per il futuro: per i figli, per i cari, per gli amici. Che stiano bene, che guariscano, che non succeda nulla di male, mai.
E la pomata servirebbe non perchè il male non accada, ma solo per non avere il magone, o per lenirlo, se proprio no.
Che ci vorrà a produrla?

E poi una spalmata sulla fatica di ogni giorno. La fatica di mantenere un lavoro che non piace, di sostenere un rapporto che si logora, di resistere un'ora in più, un metro in più per arrivare a sera, fino a tempi migliori.
Che per quanto si scaldino i muscoli prima e ci si alleni, c'è sempre un momento della gara dove vorresti fermarti e cercando le scuse per farlo e invece, intanto, continui a correre. 
E poi la fatica più nascosta, quella di cui sono consapevoli solo i migliori: quella che ci regala ancora la forza di indignarci, quella che ci serve per pensare di essere un po' migliori del mondo che vediamo, quella che distilla ancora una goccia di senso civico verso un mondo che vorremmo regalare ai nostri figli un po' più bello di com'è adesso.
Che non è mai bello abbastanza.

Un arnica per tutto questo mi servirebbe. Io, nel frattempo, continuo la corsa.

25 commenti:

  1. Incredibile:sono appena rientrata in ufficio dopo aver acquistato l'Arnica per mia figlia dopo il suggerimento di un collega...
    Sarebbe bello poter acquistare tutto il kit di cui parli, ma penso che dobbiamo attrezzarci in altro modo, purtroppo.
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo di si. Intanto facciamo pratica sulle botte.

      Elimina
  2. Un'arnica cosi' esiste gia'. Pero' no si spalma, si fuma ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm! Non sono sicuro che sia la stessa cosa. L'arnica di cui parlo io dovrebbe lenire il dolore non diminuire la consapevolezza.

      Elimina
  3. arnica portentosa, i miei nonni raccoglievano i fiori, li facevano seccare a testa in giù con sotto una bottiglietta, ogni sera li strizzavamo e c'era una goccia, ma goccia dopo goccia la boccetta si riempiva di un liquido giallo preziosissimo. Es. da spalmare quella volta che mio nonno cadde dalla sedia per sistemare l'orologio.
    L'arnica che dici tu, invece, quella universale per i dolori più di anima che di bernoccoli, be' sarebbe utile assai.
    un bacione, ah vedi che non ci vedo? il titolo avevo letto AMICA. Che poi sul finale sostituire la parola amica con arnica va che regge lo stesso il discorso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo letto amica anch'io :)

      Viva l'arnica, per qualunque bernoccolo, ovunque esso spunti.

      Elimina
    2. Sicuramente Arnica o Amica sono interscambiabili. Anche se io faccio più fatica a giustificare a mia moglie il fatto che mi faccio i massaggi con un'amica ;)

      Elimina
  4. Quel tipo di arnica speciale è distribuita nelle piccole cose che ci permettono di godere sempre della vita. Ed è fondamentale per la sopravvivenza.;)

    RispondiElimina
  5. Servirebbe decisamente, quel tipo di arnica che dici tu.
    Ma male male non andrebbe anche quella meno potente, per far tacere la suocera. Esiste?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non basta un colpo ben assestato? :D

      Elimina
  6. Non sarebbe male l'arnica per i dolori dell'anima. Forse ce n'è un pezzettino in ognuno di noi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, speriamo di non dover spremere troppo il tubetto.

      Elimina
  7. Già, una pomata contro la stupidità e contro quelli che ci fanno del male gratuitamente senza che noi riusciamo a capire perché ci vorrebbe proprio. Ma mi sa che, come dice Mr Ford, occorre guardare le piccole cose che ci fanno godere della vita. Ci vuole esercizio per tutto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ci vuole. Ma a volte sarebbe tanto comodo un vasetto di pomata sul comò.

      Elimina
  8. L'arnica per i magoni... utile se la trovi... come farmaco generico se non la trovi per i magoni vanno bene anche gli amici, l'ho scoperto da poco e ti dico che funziona...
    Contro la stupidità della gente sarebbe un bel botto come scoperta ma ogni tanto un bel ma vaffa... pernso che mi prenderò la briga di usarlo.

    Per quanto riguarda l'Arnica unguento mi pareva una banalità anche a me , ma usandola cavolo se funziona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma il vaffa non lenisce il magone... da solo un po' di soddisfazione

      Elimina
  9. Ecco, se la trovassi, quella per la sofferenza, e il logorio, ler tirar sera certi giorni, ecco, bitte, dimmi dove si trova.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naturalmente se la trovassi prima tu, mi fai sapere ;)

      Elimina
  10. Anche io la vorrei quell'arnica là

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti metto in lista, facciamo un Gruppo di Acquisto

      Elimina
  11. quel set di pomate che hai elencato credo che lo vorremmo tutti.....

    ma poi, sarebbe davvero vita?
    saremo in grado poi di riconoscere i momenti belli che ci capitano se abbiamo una pomata per qualsiasi problema??

    comunque se trovi chi te la "spaccia"...fammi un fischio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che la pomata serva a lenire i dolori, non a togliere consapevolezza. Io sento quando non ho la tendinite e quando ce l'ho pomato per farla andare via.

      Elimina

Scrivi quello che vuoi, in questo blog non si censura un ca##@