martedì 19 marzo 2013

Mr Ford and me


Ci sono persone con cui nella vita si ha condiviso tutto: la scuola, le avventure, i film visti ed i libri letti. Ce ne sono altre che non abbiamo mai incontrato. 

Poi è arrivato internet a farci scoprire che c'è qualcuno che non abbiamo mai incontrato che però ha in comune con noi tantissime cose.

È quello che mi è capitato quando ho incrociato per la prima volta la rotta di WhiteRussian, del mitico MrJamesFord.

Sono sempre stato un appassionato di cinema e, a volerla dire tutta, la cosa che mi manca di più da quando sono diventato padre, è la frequentazione assidua di una sala cinematografica.

WhiteRussian ha tenuto accessa la fiammella e, quando posso, non manco mai di andare a dare una sbirciata perchè mi sono reso conto che i gusti cinematografici, musicali e letterari sono sostanzialmente identici. Non solo: molti nostri racconti di infanzia, pur non essendo uguali, si basano sugli stessi colori, odori e sapori.

Lo trovo una cosa meravigliosa, tenuto conto che tutto il resto sembra invece diametralmente opposto: lui un bevitore irlandese, cappellone, tatuato, un duro insomma. Io astemio mio malgrado e per nulla duro: l'espressione più dura che mi riesce è pari pari a Natalino Balasso quando paceva il pornodivo.

Altra affinità, ancora più bella, Il Ford, è da poco diventato padre.

Allora si è pensato ad un post assieme, così, quasi come a concederci una bevuta per festeggiare il lieto evento (in queste occasione bevo anche io).



Come sempre fanno i compagni di bevute che sono già padri quando bevono in onore di un novellino, ci metto la mia dose di “Te vedarè, te vedarè” (odiosa pratica di dire alla gente “vedrai” con fare saputello).

In questo caso il mio compito è traghettarti verso la consapevolezza di non essere più proprietario dello schermo e del lettore (a proposito, qualcuno mi ha detto che il lettore non si usa più). Ti consiglio i film che sono andati per la maggiore in questi primi tre anni della mia vita da padre, cosa è servito per far passare la fissa per un film a beneficio di un altro (recuperando la mia tecnica) e le domande che, immancabilmente tuo figlio ti farà (ah, è maschio, allora forse ti va meglio perchè i miei, in confronto a Marichan, sono piuttosto gnogni).



Gli Aristogatti

Non so perchè, ma hanno un'aria familiare

Eccezionale per iniziare: il cattivo non è proprio cattivo e non fa paura a nessuno (anzi, i gemelli dicono che assomiglia al nonno) anche perchè, diciamolo, chi non si incazzerebbe con quella vecchia rincoglionita che fa ereditare tutto ai gatti?





Il parere di Ford: un film intramontabile, che ricordo ancora dal pieno della mia infanzia. Romeo è mitico, Duchessa un pò figa di legno, ma in fondo capace di sciogliersi al ritmo travolgente del jazz, come è giusto che sia.

Questo è un inizio che ha pochi eguali.



Cosa ha fatto appassionare al film: la nonna che cantava in continuazione “Tutti quanti voglion fare jazz” (solo quella frase) perchè già vittima della fissa della cuginetta.



La domanda: “Ma papi, ma chi è il papà dei gattini? Perchè non torna a casa?”





Il Principe d'Egitto
Si si, sembro bello e buono. Vedrai quanto ti faccio tribolare da grande




Se la baby sitter ti chiede pochi soldi, è adorata da bambini e nonne, ti stira di straforo la roba, spolvera casa, eccetera, le perdoni tutto. Anche il fatto che sia cattolica “della stretta osservanza” e che orienti le scelte televisive di conseguenza. Non vorrete che questi bimbi crescano senza dio come le galline? (dice mio padre)



Il parere di Ford: la religione e casa Ford sono praticamente due universi a distanze incalcolabili, quindi a meno che non lo faccia qualcuno dei nonni - e spero proprio per loro di no, altrimenti sono bottigliate! - difficilmente vedrò entrare al Saloon questo film Dreamworks, che pure è un buon lavoro, tecnicamente parlando.

Staremo a vedere. In caso, dovrai insegnarmi come cercare di svicolare dall'oppio dei popoli senza causare nel Fordino l'effetto di attrazione contrario.



Cosa ha fatto appassionare: La canzone “Se Crederai”



La domanda: “Perchè Dio uccide i bambini?” (lo so, questa non fa

ridere, in ogni caso è già un buon antioppiaceo dei popoli)




"Ford, in quanto eretico, sei bandito dal regno dell'oppio del popoli!"




Ponyo sulla scogliera



Cosa si era fumato Miyazaki per dire che questo è un pesce?


Uno dei fratelli di Silver è un vero e proprio untore di giapponesismo a casa nostra. Miyazaki su tutti. Personalmente mi piacciono molto, sono tutti film curatissimi. Il problema è Silver che li molla con il contagocce: troppo fantasiosi o irrazionali (da donna di scienza non riesce a capirli). Se le esce la frase “Cosa si fumava secondo te l'autore quando ha scritto questa parte?” stai pur certo che quel film non girerà più nel nostro lettore. Ponyo è miracolosamente passato indenne.



Il parere di Ford: film bellissimo, adatto a dialogare con i piccoli e i grandi, un pò come tutta la produzione di Miyazaki. Alcuni passaggi sono piuttosto complessi per i primi anni, ma di certo - come tutti i titoli del Maestro - sarà uno dei capisaldi dei cineforum per i piccoli che Julez sta già pregustando - e anche io -. Come se non bastasse, la canzoncina è uno splendido tormentone!



Cosa ha fatto appassionare: saperlo... ogni regola ha le sue eccezioni.



La domanda: “Papi, ma adesso Ponyo è pesce o bambina? E adesso? E adesso?”







Cars


Ah, il fascino di una gru vince perfino sul rosso fiammante di un'auto da corsa.


Film proposto da James Ford che, giustamente, in quanto in attesa di un maschio, si vedeva esentato dal commentare un qualsivoglia pellicola sulle principesse.

Ma non cantare troppo presto vittoria, vecchio cowboy, utlimamente Giacomo preferisce di gran lunga Rapunzel al resto del pacchetto...



Il parere di Ford: Cars - il primo -, nonostante sia stato sottovalutato rispetto ad altri filmoni come Monsters&Co, Wall-E o Up!, resta uno dei miei preferiti della splendida serie firmata Pixar.

Sono già pronto, dunque, a sedermi sul divano con il Fordino e simulare anche il rumore delle macchine, sperando che non gli venga troppa voglia di farmi andare in giro con lui al volante, date le mie ormai leggendarie scarse capacità alla guida.



Cosa ha fatto appassionare: una cuginetta esasperata di vedere sempre il “Principe d'Egitto” ha provato a forzare cercando di fare leva sulla mascolinità dei gemelli. È indubbio che personaggi come Cricchetto non passino inosservati.



La domanda: “Ma come fa a guidare quella macchina senza persone?” (troppo razionale sta bimba, però)







Rapunzel



Ma secondo voi, la Gothel a cosa pensava quando ha fatto costruire la torre?


Film Disney che strizza decisamente l'occhio alla produzione Dreamworks con battute e riferimenti molto più comprensibili agli adulti che hai bambini. Ha però il pregio di riportare la grande D al genere musical, anche con qualche bel brano (“Un sogno c'è” cantata da Mario Biondi è già un must).



Il parere di Ford: trovai piuttosto deludente Rapunzel, almeno rispetto a cose "da principesse" molto più riuscite come i Classiconi Biancaneve o La bella addormentata o il recente La principessa e il ranocchio, deboluccio e un pò vuoto. Dunque, a meno che di colpo non compaia nella dvdteca di casa Ford, farò finta che non esista.



Cosa ha fatto appassionare: i film proposti dalle cugine passano, non c'è che dire.



La domanda: come si chiama Fin Laide?






Ribelle – The Brave

Vi insegno io a tradurre The Brave con Ribelle, mannaggia a voi



Qui la parte musicale non è granchè ma in compenso il film è una cannonata. Ha tutti gli ingredienti per piacere alla famiglia intera: la voglia di emanciparsi, un pizzico di paura, l'umorismo... insomma, tutto. Andatevi a leggere la recensione di Ford



Il Parere di Ford: fresco di premio Oscar, quest'ultimo Brave è un vero gioiellino che ha riportato la Pixar ai suoi fasti dopo il mezzo scivolone di Cars 2. In casa Ford è piaciuto molto, tecnicamente è pazzesco e coinvolge e diverte dall'inizio alla fine. Senza dubbio sarà parte delle future visioni animate del Fordino.



Cosa ha fatto appassionare: l'ho trovato in offerta al supermarket... l'ho imposto.



La domanda: Dov'è Mordù, dov'è Mordù (c'hanno fifa per tutto il film)





The Avengers

Ehi Fordino, ti vesti da Aiomemme e vieni a giocare con noi?




Film che segna il mio successo come padre: ai mostriciattoli piacciono i supereroi.

Primo “non cartoon” a girare nel lettore DVD da parecchio tempo a questa parte.



Il parere di Ford: i film che riescono ad unire genitori e figli e far divertire entrambi sono sempre una meraviglia, tanto più se sono giocattoloni roboanti come questo. Da appassionato di fumetti, ho trovato The Avengers una delle cose migliori mai tratte da un fumetto Marvel, l'ironia è perfetta ed il ritmo anche, oltre agli attori in grande spolvero - Downey Jr su tutti -. Come se non bastasse, alcuni dei ricordi più belli che ho rispetto all'infanzia e a mio padre, sono i Cinema insieme a vedere tamarrate di questo tipo. Mitico.



Cosa ha fatto appassionare: un fumetto comprato al mare e lasciato di fianco al water che ha catturato l'attenzione di JackJack. Da lì è stato tutto un Hukke, Aiomemme, Tolle, Tatan Memeca.
Presto contagiati anche gli altri due.



La domanda:”Papi, perchè Hukke quando diventa grande e verde strappa

la camicia ma non le braghe?”




Tranquillo Ford, quando sarai arrivato qui, anche se non saprai

rispondere alla domanda, avrai almeno la certezza di aver superato il

peggio: le notti insonni, la moglie un po' esaurita, l'influenza

seriale ma, soprattutto la fissa per i Teletubbies.



Alla salute!



Alla salute anche a te, Gae! E muchas gracias!

26 commenti:

  1. No..vabbè...ma quella foto!!!:)quanto sono belli...auguri Gae!

    RispondiElimina
  2. mitico mr. james ford?????
    ma dove???????

    ahahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh! Dai Cannibale, sei altrettanto mitico anche tu. Al primo figlio tuo facciamo un post a tre ;)

      Elimina
  3. allora darò un'occhiata anche io a mr ford..comunque ribelle e Ponyo sulla scogliera sono fantastici...ti consiglio il nuovo dvd entarto in casa Paranorman!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si... l'avevo addocchiato, grazie ;)

      Elimina
  4. A cara nostra siamo nel periodo Rapunzel, anzi Punzel, con la bimbetta che vuole risentire la canzone di quando scappa dalla torre almeno 4/5 volte prima di essere appagata e potere andare avanti (ovviamente dopo passa un'oretta buona a cantarla). La domanda ripetuta ossessivamente qui è: Pecché Punzel è senza scarpe????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava! E cosa le rispondi? ;)

      Elimina
    2. Che vivendo sempre nella torre non ne ha bisogno, ma in realtà me lo chiedo pure io! quella degenerata della Gothel non le ha mai portato nemmeno un paio di ciabatte?

      Elimina
  5. Ottime scelte! Beh, Rapunzel a parte chiaramente... ;-)
    Io me li stragodo già tutti, così sarò preparata quando prima o poi toccherà anche a me rivederli con dei piccoli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma povera Rapunzel, perchè non piace a nessuno?
      E comunque ti assicuro che qualsiasi cosa ti sembra bella dopo che sei stato costretto a vedere centinaia di volte quella precedente ;)

      Elimina
  6. in effetti chi cacchio è il papà dei mici? pure io lo chiedevo sempre...poi mi son risposta già in tenera etàc he Duchessa in realtà è un m..ehm..poco di buono.... eh eh....
    rapunzel bellissimo..visto da poco ed in assenza di bambini...cars visto al cinema con Maritino (sempre senza bambini al seguito)...io sono una patita dei cartoni animati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh! se ci pensi, la Duchessa fa la gattamorta fin dal primo incontro con Romeo. Se tanto mi da tanto ;)

      Elimina
  7. Siete una grande coppia... a proposito Filippo continua a chiedermi quando esce Cars 3, avete info?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vitto. Non ho idea su Cars 3. Tieni d'occhio il blog di Ford, è sempre sul pezzo.

      Elimina
  8. Gae, scrivere con te è stato un vero piacere.
    Come ho detto dalle mie parti, continui ad essere un vero esempio.
    Buona festa del papà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, non prendermi come esempio. Mi piace di più l'idea dello scambio di esperienza.
      Grazie a te, è stato un onore fare questo post insieme. Ti auguro ogni bene.

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  10. OMG! Sono già proiettata nel futuro con Fordino Paidemem!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao JuleZ, che piacere rivederti da queste parti!
      Aiomemme o Paidemem bisogna che li facciamo incontrare, sti eroi della Marvel de noaltri! ;)

      Elimina
  11. Mi unisco alla bevuta, ragazzi ! Con voi due è sempre un piacere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, si... anche perchè io bevo pochissimo, ve la lascia praticamente tutta ;)
      Mi rifaccio con gli snack, però ;)

      Elimina
  12. Odio Rapunzel!
    No, non proprio, ma mi è andata a nausea per sovraesposizione: stanno preparando la recita a scuola quindi per tutto l'anno ci siam cuccati canzoni, musiche, pezzi recitati etc..ect...

    Anche io mi son sempre chiesta perché Hulk strappasse solo la camicia!

    RispondiElimina
  13. Vado spesso al cine e vedo pochissimi cartoon (purtroppo)... si vede che non ho figliato? ... però concordo su Gli Aristogatti, film intramontabile, con i gatti che sono veramente dei gatti, e allo stesso tempo sono umanizzati. Lo vedo sempre quando passa in tv (che spettacolo sarebbe vederlo al cine).
    p.s. Auguri al (ai) papà ...

    RispondiElimina
  14. Appena scoperto su Elle Kids. Non ti abbandonerò MAI PIÙ.

    (Sì, è una minaccia)

    NB ma perché Cars2 mezzo fiasco? A noi quasi4 piace molto più del primo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta e torna quando vuoi.
      Cars 2 non l'ho visto. Credo che prima o poi mi toccherà, visto che i piccoli iniziano ad andare in fissa. Però, di solito, con le opinioni di Ford, mi trovo a pennello.

      Elimina

Scrivi quello che vuoi, in questo blog non si censura un ca##@