venerdì 15 marzo 2013

L'emancipazione maschile

Per anni non ho mangiato verdura. E nemmeno frutta. 
Non lo so perchè. Un po' tutti i bambini fanno fatica a mangiarle e, molto probabilmente, quando sono nato e poi, nei primi anni, ero così piccolo e magro e pigro nel nutrirmi, che mia madre ad un certo punto potrebbe essersi stancata di insistere e si sarà accontentata di quello che mandavo giù. 
Aveva strategie non proprio ineccepibili, dal punto di vista pedagogico, ma erano efficaci. Ad esempio per anni ci ha propinato il risotto ai funghi. Aveva ogni domenica un gusto diverso a seconda che fosse stagione di melanzane o di radicchio... ma se stiamo lì a guardare tutto. 
Non è escluso che i nonni abbiano avuto un ruolo fondamentale. Se penso che anche per noi, quando mangiamo con i nonni (soprattutto i nonni maschi), è impossibile insistere con gli alimenti meno "attraenti". "Asseo stare poareto, perchè te voi chel piansa?" 
"Dei, nol ga magnà la pasta? El sarà pien..."
E gli stronzetti subito a correre in braccio, sotto l'ala protettiva, dell'avvocato difensore. 

Ma non volevo parlare di questo. 
Parlavo del fatto che, ad un certo punto, verso i sedici anni, mi sono imposto di mangiare la verdura. Non tutta in un colpo, naturalmente: un po' alla volta. Ho inziato da zucchine e melanzane. Poi sono passato all'insalata, al radicchio crudo (cotto, come detto, lo avevo sempre mangiato).  Poi i broccoli, i cavolfiori.
Ora quasi tutto. A parte la cipolla (a meno che non sia frullata o "mimetizzata" dentro altre cose).
Ma non voglio farvi un trattato sulle verdure che mangio
E di che minchia vuoi parlare, oggi, Gae, che sei qui che ce la smeni? Direte voi.
Vogli dire che ancora oggi, mi madre, le mie zie e alcuni amici storici sono convinti che io non mangi verdura.
Le convinzioni sono dure a cambiare, anche se abbiamo sotto gli occhi ogni giorno un esempio diverso.

Prendete mia suocera; ogni sera viene a salutarci, abita proprio qui a fianco. Bacia i piccoli, si fa una parola assieme. E magari sono lì, che lavo l'insalata o che salo l'acqua per la pasta. "Cosa vi cucina la mamma stasera?"
"Come li cucini gli gnocchi alla romana, Silver?"
"Ma diocristo, sono anche bello grosso, vedrai che sono io ai fornelli?"
Invece no. Ma non è lei il problema... è tutto il nostro mondo che è così. Le maestre mi chiedono di parlare con la mamma, al limite, vanno bene anche le nonne, quelli che ti telefonano per l'ADSL chiedono di parlare con me...
Sono categorizzazioni difficili da superare, che semplificano la nostra lettura del mondo. Se torni una volta tardi dal lavoro torni ad essere uno dei padri "gran lavoratore" che delega l'educazione, se ti vedono al bar, poi è finita.
C'è un rimedio?
Si, c'è: fregarsene, per quanto possibile, del giudizio degli altri. E non allontanarsi mai da quel cazzo di fornello, a meno che non tocchi a Lei cucinare

47 commenti:

  1. Sì,e a me è capitato di andare dal gommista a cambiare una gomma. Lui me ne ha messa una usata e mi ha detto "Magari te torni con to mario e el decide (LUI, IL MARITO) de meterla nova".
    Ma vaff....
    Fai bene a cucinare! A casa mia lo faccio sempre io, ma solo perché mi piace assai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, per fortuna piace anche a mia moglie ;)

      Elimina
  2. Io mi sbrego sempre dalle risate quando le mamme (di una certa eta') dicono: "Ma el se fa anca da magnare! Ma che bravo toso! Da sposare!".
    Vedi te, a 31 anni, dopo 5 anni che vivo da solo, cosa dovrei fare, andare a mangiar fuori ogni volta o assumere una badante?
    E quando questo succede in presenza della mia mammina che racconta alle sue amiche che pure mi faccio la lavatrice, stiro e pulisco... beh li e' finita. :)
    Chissa' perche' esistono ancora i bamboccioni...
    La prossima volta raccontero' che in Australia e Nuova Zelanda e' normale andar fuori di casa a 16 anni, vediamo che facce faranno. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari fosse normale anche qui :(

      Elimina
  3. Ahahahahahhahaa tua suocera sembra mia madre!
    RESISTERE: SEMPRE!
    :)
    ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, la mia fortunatamente mi ha abituato bene...

      Elimina
  4. Si, si, ho presente certi retagggi son duri a morire. Io per esempio da piccola rompevo le cose, e ancora oggi, quando si rompe qualcosa è colpa mia. Ma dio santo, dico io, avevo quattro/cinque anni quando rompevo le cose. Mo bastaaaaaa!!!
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche il mangiare di straforo a casa mia è sempre colpa mia. Molto spesso è vero, però ;)

      Elimina
  5. Magari una sera inviti a cena la suocera, cucini tu, e prepari solo verdure... sai che shock! ci rimane secca ... ;)
    darling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credi che non l'abbia mai fatto? :D :D :D

      Elimina
  6. Driiinnnn
    Buongiorno sono Viola.
    Vorrei parlare con il magazzino.
    Mi dica.
    Ma no io vorrei parlare con il magazzino.
    Sono io il magazzino.
    No senti...mi puoi passare quel ragazzo che c'è li con te?
    Non c'è è uscito.
    Posso parlare con il responsabile?

    Ecco, telefonata tipo al lavoro. Sorrido, vado oltre. Anche perchè poi sempre da me devono passare! :D

    E poi smettiamola di dire che sbatto dappertutto. Che quel muro era già li prima che io ci sbattessi, come pure il tavolo o la porta. Non è vero che sbatto dappertutto...ahiaaa Ah ecco...no forse, questo un pochino è vero...^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è sempre una base di verità. Però non capisco perchè devono continuare a ricordarcelo :)

      Elimina
  7. OK.
    Sono in ginocchio davanti al monitor.
    Tengo un anello da lattina in mano e sono pronta ad infilarlo al mouse.
    CARISSIMO EL_GAE,
    VUOI SPOSARMI?
    guarda cosa faccio per te! DIVENTO BIGAMA!
    ...se non è ammmore questo...
    :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no no, onorato ma no. Bigamia=Complicato... necessito di semplificazione ;)

      Elimina
    2. AHAHAHAHAH...
      te me fe morir!

      non ti racconto nemmeno che reputazione ho io da queste parti a causa del Jack che fa la sua parte di compiti in casa...
      U.U

      GRANDE VECIO!

      Elimina
  8. Io le verdure le ho sempre mangiate...passando tutta l'estate dai nonni che avevano l'orto semplicemente le raccoglievo da terra e le mangiavo crude (pomodori, carote, cetrioli) e mia nonna era molto più severa di mia mamma sul cibo quando io e mia sorella o mio cugino non volevamo mangiare.
    Ti svelo un segreto..qui oltre che da donna di casa, faccio anche da uomo di casa..magari ci farò un bel post più avanti..

    RispondiElimina
  9. Quando la mia futura suocera ha saputo che la decorazione per la mia torta di compleanno era stata possibile grazie all'aiuto provvidenziale del suo figliolo, che ha steso col mattarello la pasta di zucchero (per me durissima), ha detto: "Quando abitava con me mai una volta mi ha aiutato in cucina..."; al che ho risposto: "sono proprio fortunata, vero?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco vedi. Invece mia mamma, per fortuna, ogni tanto dice che si, in effetti, sono sempre stato piuttosto bravo in cucina. ;)

      Elimina
  10. Oh, sì, sono d'accordissimo: freghiamocene! E chi se ne importa? :-)
    P.S. hai letto mia e-mail?

    RispondiElimina
  11. Lorenzo Gasparrini15 marzo 2013 11:59

    :) dàje Stratobà.

    RispondiElimina
  12. Fregarsene sempre is the answer.
    Buon weekend!

    RispondiElimina
  13. Io in cucina sono bravino. Quando si deve mangiar bene, sono il despota assoluto dei fornelli, anche se tendenzialmente non mi venivano riconosciuti meriti.Poi, ho imparato che se vuoi che venga apprezzato il tuo talento,stare fino a tardi al lavoro non paga.Troppo classico, troppo uomo menefreghista.Oggi, tutti i giorni, rientro a casa alle 18.00.Poi esco tutte le sere, o quasi, per calcio,associazioni culturali e concerti. Risultato : sono diventato un artista e gli artisti cucinano da Dio. :)Non c'è suocera che tenga :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Usti. Questo è geniale... da oggi provo ;)

      Elimina
  14. Fregarsene, è giusto così, tanto manco con discorsi o evidenze certe cose si cambiano... comunque mia mamma non crede ancora (dopo anni di prove schiaccianti) che io abbia imparato a cucinare, che sia io a fare lavatrice, asciugatrice e il resto ... checcipossiamo fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io dico sempre a mio suocero (che è un po' all'antica): cosa vuoi che ci voglia, riescono ad imparare anche le donne :) :) :)

      Elimina
  15. Mia sorella si sente dire da mia madre quasi quarant'anni Stasera ti ho fatto il fegato che ti piace tanto!, e lei urla Non sono io, a me fa schiiiifooooooo!!!!

    RispondiElimina
  16. Ciao Gae,
    sono felicemente approdata qui via genitori crescono. Mo' vado a leggerti un poco più indietro. Intanto non ho potuto resistere a quotarti e soprattutto il tuo bellissimo post sulla festa delle donne. Standing ovation. Mi farà molto piacere se verrai a dirmi la tua sul post, sconclusionato e di pancia, che ho vomitato oggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie... torna pure quando vuoi

      Elimina
  17. MAdò, io al posto tuo mi incazzerei. Ma tu sei più maturo di me, quindi continua così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi incazzo a modo mio... ci scrivo un post, ad esempio ;)

      Elimina
  18. Risposte
    1. Que viva la verdura, hasta siempre. ;)

      Elimina
  19. A me succede in ufficio, cercavo il titolare, sono io prego, ah pensavo fosse un uomo, perché?, non so...così.
    Certi preconcetti sono duri a morire.
    Ps io sto facendo il pieno di verdura x perdere questi 5-6 kg rimasti dall'ultima gravidanza, non la amo molto ma almeno riempie lo stomaco;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà... però io devo perdere più di 5 kg... forse anche la verdura è troppo calorica. ;)

      Elimina
  20. a me però spesso torna comodo rispondere alle telefonate-spam dei vari gestori "no, mio marito non c'è" e alla domanda successiva rispondere "non so quando torna, fa sempre molto tardi la sera" e magari mi sta guardando con aria interrogativa dai... fornelli! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava. Mia moglie invece me li passa, sta stronza :) :) :)

      Elimina
  21. figurati se bado a ste cose! IO butto la spazzatura, mio marito stira. O anche al contrario, o anche come ci va al momento. L'etichetta "cibo" è tremenda, si sono messi in testa che noi si va sempre fuori a mangiare perchè io non so far nulla se non aprire un surgelato e morirò con sta nomea.
    Adesso ho iniziato a rispondere male. Baci sandra frollini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E funziona, rispondere male?
      Perchè se funziona, ci faccio un pensiero ;)

      Elimina
  22. Mia mamma si arrabbia con me se le dico che mio marito ha stirato o ha messo a posto piatti ecc, perchè "poverino" toccano a me ste cose. Sul fronte cibo, non ho mai mangiato i funghi, mi fa schifo l'odore e la consistenza mi fa venire da vomitare. Tutti gli anni a Natale ci sono i funghi e tutto il parentame si stupisce che io non li mangio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me piacciono i funghi... facciamo che se ci troviamo a pranzo te li mangio io, ok?

      Elimina
  23. NeoBux is a very recommended work from home website.

    RispondiElimina

Scrivi quello che vuoi, in questo blog non si censura un ca##@