venerdì 14 giugno 2013

La via del guerriero


Per migliorare la salute della coppia non c'è nulla meglio dell'orto ma la vera via del guerriero è avere figli”.
Con questa frase se ne usciva il mio amico F. nel bel mezzo del nostro arrancare in spiaggia durante la corsa della domenica mattina.
E mi era piaciuta subito questa frase, anche se non l'avevo capita bene, perchè i due neuroni si alternavano nei due compiti fondamentali: respirare ed evitare di fottersi definitivamente i polpacci.
Perchè i figli ti mettono davanti a tutte le tue debolezze, ti costringono a reinventarti, ad essere flessibile, a stracciare i programmi, a mettere i tuoi ritmi in secondo piano.
Al punto che una corsa fatta in riva al mare, con un amico, all'alba, lasciate moglie e figli a dormire, ti sembra un regalo ogni volta nuovo. 
 
Oppure alla sera, se crollano, che non crollano mai, prima che sia proprio buio pesto, riesci ancora a farti una sgambata sulla collina e fermarti a prendere fiato guardando le luci in lontananza. 
 
Ed oggi mi è tornata in mente la frase, che facciamo programmi per la settimana prossima, soli senza figli e non riusciremo a fare tutto nemmeno se le settimane fossero due ed i giorni di 30 ore.
Ed invece la maggior parte delle energie ci servirà per attenuare la distanza, per domare la mancanza, la nostalgia.
Avere figli è la via del guerriero”. E se sei un guerriero devi combattere e a volte ti piace anche. 

Oggi Perlo anche io. Da un'idea (bellissima) di Lucia (bellissima pure lei)

22 commenti:

  1. Bellissimo post, Gae.
    Inutile dire che concordo in pieno, da guerriero a guerriero.

    RispondiElimina
  2. proprio bella questa idea della perla
    però io sti giorni mi sento più una cozza, non ce la posso fare :/
    bella Gae :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche le cozze sono buone, però (magnate ieri ;)

      Elimina
  3. Mi piace "la via del guerriero"....

    RispondiElimina
  4. Una bellissima riflessione, Gae.
    PS : prova a sostituire la bici alla corsa:ne trarrebbero giovamento sia i polpacci che i polmoni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro la bici. Il problema è che richiede molto più tempo. Cosa che manca, purtroppo.

      Elimina
  5. Certo voi guerrieri lo siete di certo :)
    Comunque hai ragione, è una gran bella battaglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu Marzia, sei un fior di amazzone. ;)

      Elimina
  6. Che bel post, Gae :-)
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille. I tuoi complimenti sono sempre ben accetti

      Elimina
  7. ... e quando piace è tanta roba!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puntiamo sulla quantità... alla veneta, insomma :D

      Elimina
  8. Regalare perle porta sfiga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io le ho regalate un paio di volte e non ho avuto più sfiga del solito ;)
      Forse bisogna evitare di abusarne... per non far perdere loro di valore

      Elimina
  9. Io se ora ora dovessi fare una settimana senza figlia MA col dr non so se reggerei. per dire. ma senza tutti, oh, se starei gran bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devi allora trovare dei nonni così compiacenti che ti tengano anche lui ;)

      Elimina

Scrivi quello che vuoi, in questo blog non si censura un ca##@