giovedì 3 maggio 2012

Oh, Gino! Rauss!!!


Si dovrebbe fare più spesso. Lo dico spersonalizzandolo dalla mia persona e anche da quella di Silver (sarebbe seccante spersonalizzarlo solo da uno dei due).
Lo dico cercando di non usare parole troppo esplicite perchè, in alternativa, iniziano a capitarmi per il blog degli arrapati in cerca di chissà quelle schifezze. 

Io ho avuto un'educazione cattolica che lèvate. 
Da piccolo persino “Drive in” era considerato troppo osee. Però l'ho elaborata bene, eh? Giuro.
In generale però se si fanno troppi riferimenti al sesso mi imbarazzo.
Però questo è il centesimo post, bisognerà pure in 100 post parlare di sesso almeno una volta, o no?

Vi sottopongo un'analisi socio-storico-culturale.
Come facevano i nostri padri a non concepire?
Non meniamocela, dai.
Facciamo uno più uno: quanto spesso lo fa la media delle coppie?
Dai, non fate gli sbrasoni, mettiamo una volta al mese (mi tengo largo che non si sa mai).
Potenzialmente una coppia in età fertile potrebbe avere un figlio all'anno dai 25 ai 40 (volendo si può iniziare prima ma facciamo finta di no). Quanto fa? 15? Va ben, dai, mettiamo dieci.
Ora, quanti amici o colleghi avete che hanno 10 fratelli?
E nella generazione precedente? Quanti dei vostri amici o conoscenti hanno 9 -10 zii per parte?
La questione può sembrare di lana caprina (la pecorina si sa, è molto più ambita) ma qui in Veneto la questione è scottante. Qui si è bigotti dentro, io per primo... Vicenza la chiamavano la Canonica d'Italia (o la sagrestia, ora non ricordo bene).
Parlare di contraccezione è tabù.
E allora come facevano?
Metodi naturali... si, banane.
Dai, diciamolo, qual'è l'unico, il solo metodo catto-rispettoso, natural-biologico, clerico-ammesso che siamo certi, sicuri, monolitici del fatto che funzioni?
Ci arrivate? Si che ci arrivate... quello, dai

L'astinenza. 

Son soddisfazioni, vero? 

Facendo uno più più uno si evince che il modello attuale prevede tre possibilità:
  1. Si preferisce che le persone non trombino piuttosto che usino un preservativo (o altri metodi)
  2. Si preferisce che le persone usino il preservativo(o altri metodi), però non lo possono dire a nessuno
  3. Si mette il distributore di preservativi proprio lì, nella farmacia di fianco alla chiesa in cui andavi da bambino, così che tu, fornicatore immondo, mentre conti le monetine di notte perchè nessuno se ne accorga e cerchi sul display il numero del tuo peccato da digitare tu, peccatore impenitente, sai che il Crocifisso ha gli occhi puntati su di te. 

    (se volete, votate. Sennò commentate. Oppure mandatemici... ci andrò) 

45 commenti:

  1. Meno male che sul fine l'eros si è impennato, perchè all'inizio i conti matematici mi hanno fatto andare il cervello in black out! cmq bellissimo il titolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, i titoli mi vengono bene, lo ammetto senza false modestie :P

      Elimina
  2. Niente male anche questo post.
    Io non sono per nulla cattolico - anche se l'educazione è quella per tutti quelli delle nostre generazioni -, e sono da sempre un grande fan della materia, quindi faccio finta di non aver visto i calcoli e ringrazio che Julez non si lamenti delle mie pressanti attenzioni in merito alla vicenda. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si, ma io, più che a scelte religiose, mi riferivo proprio al quadro culturale di riferimento. In ogni caso, assolutamente fan della materia anche io.

      Elimina
    2. Vedi che non ti puoi lamentare?
      oh... che qualcuno glielo dica a quest'assatanato!!!
      (Ford, eh, non El Gae... che poi con 3 marmocchi, un pò assatanato anche El Gae...)

      Elimina
  3. quando io e la Manu eravamo fidanzati, sono riuscito a trovare una macchinetta proprio davanti al semaforo più lungo del Mondo e 5 euro meno commestibili di una gomma usata. Ti posso assicurare che gli occhi di tutti lgi automibilisti in coda non erano addosso al semaforo ma sul mio coppino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quasi meglio la Chiesa... che tanto orami non ci va più nessuno

      Elimina
  4. Vicenza, la sagrestia d'Italia!
    Io ho fatto le medie da suore e Gesuiti, poi ho perso la fede (e credo che le cose siano correlate). Però i goldoni si comprano al supermercato, che costano meno.
    Andrebbe fatto più spesso, è verissimo, e se i bimbi dormono è più facile :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio super-io è troppo cattolico per comprarli al supermercato :D

      Elimina
  5. Anche nella mia città il distributore più grande è vicino alla chiesa più frequentata..infatti non ci vedo mai nessuno davanti =) chissà perchè....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provato a controllare di notte? ;)

      Elimina
  6. ....io ho trent'anni...sono di origini toscane e ho 11 zii.... diciamo che astinenza a casa dei miei nonni era una parola vietata....non si poteva dire...figuriamoci osservarla!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Post interessante, molto.
    Mio marito ha 10 zii da parte di mamma e altri 10 zii da parte di papà (giuro!).
    In pratica i suoi 4 nonni hanno avuto un'intensa vita sessuale.
    Anche i miei suoceri si sono dati abbastanza da fare: 5 figli.
    La cosa strana è che, ad esempio, tra mio marito e sua sorella sono passati ben 8 anni.
    Considerato che mia suocera NON conosce i preservativi (una volta ne ha trovato uno e l'ha messo nella cesta dei giochi dei bambini pensando che fosse un palloncino) immagino che abbiano a lungo praticato l'astinenza.
    Immagino.
    Poi ovviamente non conosco i particolari e preferisco rimanere nella mia beata ignoranza.

    RispondiElimina
  8. ma devo aggiungere una cosa che non ho detto sulla MIA famiglia.
    Il più grande di tutti, il trombatore dei trombatori era il mio BISNONNO che, contemporaneamente, ha filiato con la mia bisnonna e con la sorella gemella di lei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No fantastico...non ci credo...ma perchè si era sbagliato, vero? cioè si era confuso, le aveva scambiate?
      ...
      No, eh?

      =|

      Susibita

      p.s. ElGae che mi s'imbarazza fa tenerezza...però visto ceh ce l'hai fatta? 100esimo post e hai parlato infine di sesso =D!!

      Elimina
    2. Però, scusa, se erano identiche che gusto c'era? :P

      Elimina
  9. Che bello vivere in un paese protestante :) (nel mio caso Svezia)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, si... e poi lì tutte alte, bionde e con gli occhi azzurri, no? ;)

      Elimina
  10. Io mi sono formato su PostalMarket: la mia educazione sessuale è passata tutta da quelle pagine.Sezione reggiseni, of course.Quindi, puoi capire, quanto fossero libertari i miei.Fortunatamente,non sono mai caduto nel baratro dell'astinenza...E come anticoncezionale uso il famoso trucco dei SetteNani. Cioè,mentre sei lì che cerchi di non sfigurare,inizia a cercare di ricordarti tutti i nomi dei sette nani.Impresa pressochè impossibile in contesti rilassati, figuriamoci in quel frangente.Quindi, sicuro come l'oro, hai vantaggi,prima ritardanti, poi anticoncezionali :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A casa mia non girava manco il postalmarket :(

      Elimina
  11. ecco. mi fai sentire grande. di età intendo.
    questi sono discorsi da grandi. una volta al mese è roba da grandi.
    non sono pronta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei pronta perchè una al mese è troppo o troppo poco? Spero la seconda... per te :P

      Elimina
  12. Il titolo e' geniale, il contenuto assolutamente vero. Mi basta pensare che in 22 anni di 'frequentazione' abbiamo concepito nel primo mese in cui scientemente non abbiamo preso precauzioni (non Gino, naturalmente!). Quindi: pre-figlio si stava praticamente in zona scomunica, post-figlio siamo rientrati nel metodo infallibile e in odore di santità ... Ma ci stiamo riorganizzando, la farmacia e' in un luogo discreto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lascia perdere che qui basta che io e mia moglie ci guardiamo con passione e si rimane incinti

      Elimina
  13. he, Gae, mi fai il timido ma poi sul comodino c'hai lo stesso libro da due mesi. Che s'intitola *Come una bestia feroce*.
    Il che mi induce a pensare se non altro che la sera non leggi gran che...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A te non sfugge proprio niente eh?

      Elimina
  14. L'anno scorso al corso pre matrimoniale ne ho sentite di tutti i colori... "la donna che prende la pillola vive la sua fertilità come una malattia". Sono cristiana, ma mi rendo conto che certe prescrizioni sono completamente fuori dal tempo...

    RispondiElimina
  15. Meno male che i miei erano meno bigotti. Ancora sto sconvolta perchè mia madre, a 19 anni, avendomi trovato la notte prima che fornicavo sul divano della sala mentre loro erano in camera da letto a dormire (pensavo: evidentemente no), mi fece tutto un discorso per dirmi di stare attenta ma che se fossi rimasta incinta non era una colpa, ma solo una sfiga, e si sarebbe potuto trovare una soluzione.
    Io così moderna non lo sono manco ora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, il retaggio ci rimane dentro... pazzesco.

      Elimina
  16. Mio padre ha 6 fratelli/sorelle, sua moglie 8 e mio suocero pure 8 se ricordo bene... tutte famiglie povere... immagino che all'epoca la sera fosse l'unico momento piacevole della giornata, e zac...
    Alla collocazione strategica dei distributori non ci ho mai fatto caso: per paura che mi freghino i soldi preferisco chiedere ai farmacisti :)

    RispondiElimina
  17. Ma quante brutte nomee, poveri vicentini... sapevo dei "magnagatti", ma Sagrestia d'italia è, se possibile, ancora più orrenda... :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto più orrenda... e poi il gatto, a saperlo cucinare, è proprio buono (scherzo, naturalmente, mai mangiato gatto in vita mia)

      Elimina
  18. Appena ho aperto il blog ho letto esattamente quello che avrebbero cercato i pervertiti... ahi gli ormoni.

    RispondiElimina
  19. Ehm, io ho 8 zii solo dalla parte di padre. A mio nonno l'astinenza non è mai sembrata sta gran soluzione si vede! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anche mio nonno, in effetti, ne aveva 8...

      Elimina
  20. Diciamo che io son cresciuta con la cultura "si fa ma non si dice" che è un filino peggio di quella cattolica integralista.Direi che i distributori si possono evitare, meglio le farmacie.
    Che foste la Sagrestia d'Italia non lo sapevo. Ma non vi lamentate della brutta fama vostra per favore eh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che io mi lamento ma poi il Veneto lo adoro, con tutte le sue contradizioni

      Elimina
  21. Io sono figlia unica (probabilmente perché han buttato lo stampo!), però mia mamma ha 8 fratelli e mio papà 5(di quelli nati, pare che ci siano state anche 3 gravidanze non andate a buon fine)... mi sa che astenersi non era un granché di moda qui in Veneto!

    RispondiElimina
  22. i nonni paterni di mio marito hanno avuto 9 figli, e 9 figli anche quelli materni.
    in un negozio ho scambiato due parole con una signora, che di figli ne ha avuto 13, roba da pazzi insomma.
    dice che il marito lavorava fuori, e ogni volta che rientrava...

    qualche mese fa, facendo pulizie a casa dei miei, ho trovato il foglietto illustrativo di una scatola di preservativi... mi è venuto da ridere, perchè mia mamma dice sempre che ormai non ha piàù voglia... ( è stata molto male, aneurisma cerebrale nel 2008...) però evidentemente ci prende per il culo e si divertono ancora ! :)

    RispondiElimina
  23. Perdonami Strato.. non sapevo avesso questo problema con il sesso... :( Cercherò di fare vignette con riferimenti meno evidenti... :)
    Cmq, una mia carissima amica aveva una casa al mare.
    I genitori estremisti cattolici, avevano un crocifisso dimensione 1:1 alla testa del letto e le bibbie sui comodini.
    Quando con il mio amico andavano in villetta e cercavano di pomiciare, il mio amico dice che si sentiva sempre troppo osservato dal Cristo e la finiva per dormire... :)

    RispondiElimina

Scrivi quello che vuoi, in questo blog non si censura un ca##@