venerdì 27 gennaio 2012

Il sabato dello scemo del villaggio


C'è gente che gennaio lo odia.
Finiscono le feste e si va incontro ad almeno due mesetti di freddo, di lavoro senza feste, ponti o vacanze, le giornate sono ancora corte ed i bimbi si ammalano.
È vero, per carità.
Ma io non riesco a dispiacermi. Forse, come il Leopardi, amo più l'attesa della festa che la festa.
Si, adesso mi paragono pure al Leopardi. No, per carità, sono molto più bello io.
Comunque sono ottimista, ecco.
Silver dice poco realista. Ma lei è pessimista (lei dice realista). Il bello che il Leopardi piace ad entrambi tanto che abbiamo un figlio che si chiama Giacomo.
Forse la speranza è un entità disposta in cerchio e Silver ed io, lei pessimista ed io troppo ottimista, alla fine, finiamo per trovarci comunque seduti accanto mano alla mano, che buffi saremo, se non ci avranno nemmeno avvisati. (Come direbbe Fossati. Cazzarola come scrive quell'uomo)
In ogni caso questa settimana ci sono state varie cose che hanno concimato per bene il mio ottimismo:

  1. Quasi tutti guariti. A parte Silver che, povera, ha ancora un tosse tisica che sembra la protagonista di quei film in bianco e nero sulla recessione. (
    Però la vita sta tornando alla routine: porta i bimbi al nido, lavora, mangia, letto (si dorme, baideuei). È rassicurante come la copertina sul divano.
  2. Ho scritto il testo di una canzone per mio fratello. Lui dice che scrivo bene. Io gli dico che ho visto Fossati in tv e che mi è passata la voglia perchè o così o niente. Lui mi ha consigliato di ascoltare Alex Britti. Sono cose che fanno stare bene.
  3. Mi sono iscritto (e sto cercando di convincere mio fratello) ad una jam blues rock. Non perchè cerchi la felicità fuori dalla famiglia. Ma perchè ai pargoli sparargli l'amplificatore a cento nel tentativo, scarsetto, di imitare Stevie Ray Vaughan pare brutto.

Così, in una pausa caffè di venerdì, s'annega il pensier mio...
E il naufragar m'è dolce in questo mare.

33 commenti:

  1. Niente male, l'ottimismo.
    Serve sempre.
    Anche quando, proprio, le hai gonfie come mongolfiere.

    RispondiElimina
  2. io odio tutta la terzina gennaio-febbraio-marzo (anche se gennaio è riscattato dal mio compleanno) al punto da trovare seria e credibile la mia proposta (per quanto paradossale) di aggiungere un 32 luglio invece di un 29 febbraio agli anni bisestili... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oppure un 31 giugno, se ami le simmetrie... e l'estate sarebbe anche un periodo più sensato per godersi un giorno in più

      Elimina
    2. Sì, il 31 giugno sarebbe più sensato... io dico sempre 32 luglio perché è una sparata più a effetto (e perché spesso vado al mare a luglio... :D)

      Elimina
    3. e allora vada per il 32 luglio (io vado in agosto al mare, ma posso contare su un bel ponte ;) )

      Elimina
    4. Ihih! anch'io odio il primo bimestre. Marzo no, perché quelle prime giornate caldine mi fanno impazzire di gioia...poi il 30 compio gli anni.

      Elimina
    5. è vero Marzo è fantastico. Anch'io compio gli anni (il 5)

      Elimina
  3. Gennaio è una figata invece... così ricco di buoni propositi che già il 1° di febbraio avrai dimenticato!

    Ma la jam blues/rock ci sta di brutto! WOW!
    by
    la donzelletta che vien dalla campagna :D

    RispondiElimina
  4. Ma guarda...io comincio a smettere di grugnire verso fine marzo, inizi di aprile. Però il 2012 è iniziato meglio del solito...una mia amica è riuscita persino a convincermi ad iscrivermi ad un corso di cucina!
    p.s. Si attende video della jam blues/rock

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, si farà il 24 febbraio. Il tempo di prepararsi un po'... poi vediamo come vengono :P

      Elimina
  5. A me piace molto questo periodo dell'anno, anche perché il 6 febbraio compio gli anni.Viva l'ottimismo, senza sarei persa (e devo esserlo abbastanza per me e per IlMioAmore)

    RispondiElimina
  6. io odio dicembre....è da 6 anni che con l'arrivo di dicembre arrivano lutti, incidenti stradali, rogne grandi come grattaceli...poi il tutto si calma per febbraio e marzo e di solito aprile è un altro mese buio (che però per due anni consecutivi ha portato due nascite importanti nella mia vita)..speriamo che quest'anno le cose cambino un pò...ora siamo in attesa di un qualcosa di positivo,e speriamo arrivi presto!

    RispondiElimina
  7. Grande, Gae! Riesci sempre a strapparmi un sorriso coi tuoi post. :)

    Leopardi è sempre piaciuto anche a me. Mica hai la gobba come lui e non ce l'hai detto?! :D

    Mitico per la jam. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La gobba ce l'ho davanti, al posto degli addominali

      Elimina
  8. io vivo in apnea fino a marzo!

    RispondiElimina
  9. Anch'io amo marzo, son pesciolina del 7, che bello, siam vicini di compleanno ^_^
    Gennaio e Febbraio li passo "sanza 'nfamia e sanza lodo", come scrisse il mio vicino di naso, però Leopardi non lo reggo, è più forte di me!

    RispondiElimina
  10. Io amo l'inverno, amo febbraio noce di ghiaccio (non son parole mie, ok, lo so non fate i perfettini), soprattutto perchè vivo il senso di attesa delle giornate che verranno, lunghe, calde, il mare, i figli finalmente sani...
    Solo che al momento, col dedde che si ammala in continuo, faccio un filo più fatica del solito a godere di quest'inverno. Sarà.

    RispondiElimina
  11. Gennaio è il mese del ripensamento! Ma che bella l'attesa. Non ho capito però questa frase: "Forse la speranza è un entità disposta in cerchio e Silver ed io, lei pessimista ed io troppo ottimista, alla fine, finiamo per trovarci comunque seduti accanto mano alla mano, che buffi saremo, se non ci avranno nemmeno avvisati. (Come direbbe Fossati. Cazzarola come scrive quell'uomo)" Cioè, ho capito che ti piace fossati, ma per il resto? speri di morire? Così l'ho interpretato, scusami.
    Buona settimana -Nora*-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, assolutamente, sono tenacemente attaccato alla vita. Dicevo: uno è pessimista e non spera, uno è ottimista e spera che vada tutto bene (almeno dichiarano così, ma sotto sotto tutti sperano il bene, credo). Inserisci questa differenza in una visione circolare. Il massimamente pessimista è vicino all'ottimista estremo. Il resto della frase è di Fossati.

      Elimina
    2. Ora mi è tutto più chiaro! :)

      Elimina
  12. dalle mie parti, distribuzione dell'ottimismo speculare: io tipo alice nel paese dei puffi, il barbuto tipo puffo brontolone... e quindi, sull'onda dell'ottimismo, ti dico: dai, dai, dai, con i nuovi progetti!!! ;-)

    P.S.: Baci a Silver (alle volte, noi ottimisti siamo un pò pesanti, riconosciamolo...)

    RispondiElimina
  13. Beh, la buona notizia è che siete tutti usciti dall'influenza.
    La cattiva è che gira un nuovo virus.. dolente come una poesia del Leopardi, pernicioso come la musica di Britti.
    Ciao e alla prossima ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio dio che mix terribile...;)
      (benvenuta)

      Elimina
  14. C'è gente che gennaio lo odia..... ECCOMI!!!
    Fa freddissimo e qui a Venezia tira anche 'na bora mica da ridere. Non resta che tener duro fino all'arrivo del caldo :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente il mare in inverno è tristarello. Con buona pace della Bertè

      Elimina
  15. (Ti ho citato nel mio blog, spero non ti dispiaccia)

    RispondiElimina

Scrivi quello che vuoi, in questo blog non si censura un ca##@