venerdì 25 settembre 2015

Credimi pensavo davvero di aver superato il momento difficile

Aveva ragione Max Gazzè, a volte il tempo peggiora le cose.
Non sempre, però.

La settimana scorsa raccontavo ai miei figli alcune storie di migranti: alcune tristi, per quanto si cerchi di edulcorarle per i bambini. Domenica poi li hanno visti, e mi hanno chiesto: "Sono quelli i ragazzi arrivati con la barca? Quelli con le cuffie?"
Capite? Le cuffie, non la pelle nera.
Allo stesso modo parlano del loro compagno arabo: è piccolino, riccio. Non cercano scorciatoie i bambini e se si accorgono che tu vorresti una conferma rassicurante, certa, tipo "è il mio compagno con la pelle nera" te lo dicono con disprezzo, quasi già adolescenziale, come mia nipote direbbe a sua nonna che è ovvio che si può andare in internet con un telefono cellulare.

A volte invece il tempo non serve a nulla. Ieri aprivo dopo tanto tempo blogger e c'è l'elenco dei blog seguiti. Ricompare "Nikio cosa mi combini". Mi viene una fitta, proprio in centro al petto, come se il cuore avesse saltato un colpo ed avesse urtato il successivo contro lo sterno. Ed un'irrazionale speranza, frustrata prima ancora di nascere.
Clicco. No, niente, è un blog che parla, in inglese, di arredamento.
Mi sale il senso d'ingiustizia: non è possibile! Il blog di Nikio occupato abusivamente. Voglio scrivere al signor blogspot, per esigere rispetto.... come faccio dove trovo l'indirizzo.
Va beh, ma a lui che gli frega? In fondo lo spazio era libero. Potrebbero almeno cambiare il nome.
Magari, mio sono detto, scrivo alla ragazza che gestisce il blog. Ma poi perché? Perché capisca la storia di quello spazio? Cosa sono io? Nicole Kidman in The Others?
Niente, alla fine non ho fatto niente.
Il tempo fa questo, le storie passano e le case avranno nuovi proprietari.
Ora devo solo trovare la forza di cliccare "non seguire più Nikio". Almeno su blogger dovrebbe essere facile.

8 commenti:

  1. Ecco si, me ne sono accorta pure io..anche a me, che Nikio non l'ho conosciuto, è parsa una cosa un po' brutta, quasi una occupazione abusiva...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. D'altro canto è meglio una casa abitata che una casa vuota, anche se non ci piacciono i nuovi inquilini

      Elimina
  2. io ho tolto dagli amici di FB una mia cugina che è mancata solo perchè me l'ha chiesto mia mamma. Ma mi è costata fatica. Nella rubrica del cellulare ce l'ho ancora.

    RispondiElimina
  3. non ce la faccio a cancellare il contatto, non è possibile. anche il telefono del nikio è ancora attivo, anche uozzap, perchè nikio non "è uscito dal gruppo". grazie gae, certo che la tipa dei mobili sarà contenta del numero di visitatori del blog (abusivaaa!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oltretutto un blog abbastanza palloso. O forse tecnico, boh!

      Elimina
  4. Ti hanno segnalato su Huffington Post (http://www.huffingtonpost.it/2015/09/27/10-papa-blogger-da-seguire_n_8202728.html?utm_hp_ref=italy).

    Mi raccomandooo!

    Non montarti la testa!

    Firmato: un papà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ho visto. L'ho già messo nel curriculum ;)

      Elimina

Scrivi quello che vuoi, in questo blog non si censura un ca##@