mercoledì 20 maggio 2015

Expelliarmus

Si, la nuova fissa in casa è Harry Potter.
Capirai, direte, ormai è vecchio.
Vabbè, che vi devo dire, questo passa il convento.
Di fatto succedono delle cose: la prima è che c'era da passare un sabato a casa e, visto che poi ci siamo visti con le cugine grandi, loro hanno portato il cofanetto di Harry Potter. "Tanto La pietra filosofale la possono guardare anche i bambini".
Eccerto!
Il punto è che i bimbi non sono mica scemi, vedono che il cofanetto è grande così e che dentro di DVD ce ne sono 8.
Per cui, giurando con il nostro sangue di genitori babbani (ma ben attenti a non macchiare la copertina) che il suddetto cofanetto non sarebbe stato sgualcito, la cuginona adolescente ha acconsentito a lasciarcelo per qualche settimana, giusto il tempo di vederceli tutti.
La seconda cosa che succede è che c'era bisogno di staccare un po' dai supereroi. Non perché siano nocivi, ma perché, dicono le maestre, i maschietti in genere avrebbero la tendenza a menarsi all'asilo impersonando i supereroi. La cosa bella è che questo lo dice la maestra di Maria, non quella di Giacomo e Pietro, ma pure a casa i giochi sono piuttosto fisici e i nervi stavano saltando (i nostri, per inciso).
Ergo basta supereroi e porte aperte a maghetti e streghette che, pur essendo alquanto dark, soprattutto nella seconda metà degli episodi, non concedono molto allo scontro fisico.
Fino a qui tutto bene.
O meglio: non che si capisca un granché, visto che ogni singola battuta è sottolineata da un "Ma chi è (inserire nome)?" o da un "Ma perché (Nome) ha detto/fatto?" oppure da un classico "Dov'è andato, ma dopo torna?"
Non essendo io ferrato sull'argomento, mi tocca ripassare e guardarmelo nottetempo, almeno per tener dietro alla trama. Che oltretutto ero sicurissimo di aver visto "Il calice di fuoco" al cinema del quale però mi sono reso conto di non ricordare quasi nulla, e di non aver mai approcciato in vita mia "L'ordine della fenice" che invece ricordavo tutto. Mah!?
Sarà stato un incantesimo.
Su Silver non posso contare più di tanto: tempo dieci minuti e cade nell' Oblivion e si addormenta, salvo poi domandarsi in continuazione come sia possibile che Ermione preferisca quel torsolo buono a nulla di Ron mentre Harry perda la testa per quella gatta morta di Jean (che in effetti come storia d'amore, almeno nei film, non è che sia tutta sta passione).
Stavo perfino pensando di leggermi i libri, per approfondire.
Mi piacerebbe trovarci una bacchetta magica, anche da pochi soldi, con qualche formuletta magica per risolvere alcune spinose situazioni. In latino ero una chiavica, ma se ben motivato, secondo me... 


13 commenti:

  1. No però attenzione: torsolo buono a nulla, gatta morta...ntch ntch ntch, non ci siamo. La serie mi pare evidente che non passi bene l'idea dei personaggi.
    I libri, perdinci, devi leggergli i libri.
    E se non ti sovviene qualcosa, qualcuno, tu chiama, scrivi, perdinci, che ci sto qui io a fare altrimenti?


    Susibita

    RispondiElimina
  2. Sto aspettando anche io il momento giusto per rivedere l'intera saga con il Fordino, che, tra l'altro, sta entrando ora nella fase dei giochi fin troppo fisici. ;)

    RispondiElimina
  3. Ahahah, i film sicuramente sono di maggior impatto, ma i libri sono decisamente belli, da leggere. Anche quelli, per mia sensibilità fino al terzo entro le elementari, gli altri dopo, perché la storia diventa più adulta, e dark, come hai sottolineato tu. Tra l' altro le ribellioni di
    Harry adolescente anche contro il suo mentore Silente sono poco comprensibili per chi non ha ancora ormoni in circolo. Ma secondo me hai fatto una bella scelta. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eppure a loro piacciono quasi di più gli ultimi capitoli. Vai a capire!

      Elimina
  4. GINNY!!!!
    Chi è Jean babbano che non sei altro?!?!? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Babbano, si! Però su "La camera dei segreti" ad un certo punto Harry la chiama proprio Jean. Probabilmente un errore del doppiaggio

      Elimina
  5. Hermione. E Ginny. Pagano che non sei altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hermione lo sospettavo. Su Ginny chiedo venia ma sono stato fuorviato.

      Elimina
  6. Mi unisco al coro.... I LIBRIIIII!!! sono bellissimi!!!! e Ginny è l'esatto contrario della gatta morta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, esce anche nei film, questo fatto

      Elimina
  7. Ma la saga di Harry Potter è meravigliosa! Devi leggere i libri per apprezzarla davvero. L'ho letta tutta appena uscita; ora ho preso al mio figlioccio l'ultima edizione, con la nuova traduzione, come regalo per la sua Prima Comunione, ma siccome non lo vedrò prima dell'estate, la sto rileggendo tutta. La adoro, ogni singola pagina! E ormai faccio sogni a tema Hogwarts...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, comunque, non sei l'unico a non azzeccare i nomi. Mio marito (che ormai si droga con il cofanetto dei DVD) ha ribattezzato i poveretti:
      Harry Spoccher
      Capidimorte (Voldemort)
      Scimmiona (Hermione)
      Renato Zero (Piton)

      ... e noi non abbiamo nemmeno la scusa dei figli...

      Elimina
    2. Ma lui li sbaglia apposta. Io invece sono proprio gnurant! ;)

      Elimina

Scrivi quello che vuoi, in questo blog non si censura un ca##@