mercoledì 28 dicembre 2011

Sgresende

Si, avevo detto che non scrivevo più niente sul dialetto.
Ed infatti non lo farò.
Qualche parola scappa, però. E, cercando un titolo per il bilancio di fine anno, non mi veniva nulla di più originale che il corrispettivo veneto di schegge, frammenti (di legno, di solito)
Non è solo quello, però (come sempre l'italiano è limitato). La sgresenda diventa tale quando ti si conficca sotto la pelle, fastidiosa, e lì ci rimane, cambiando, in qualche modo, il tuo stato.
È un po' come ciò che viviamo, ci resta dentro, e anche se proviamo a rimuoverlo, rimane sempre una cicatrice, per quanto piccola.
Non so quante sgresende sarò in grado di proporre, del mio 2011.
È stato un anno che definire movimentato è dir poco.
Oggi inizio da questa foto: Mari-chan che guarda il mare in una giornata un po' fredda. Il mare è mosso, si, ma non ci sono nubi. Il passo è incerto sulla sabbia, ma c'è la mamma che la sostiene. Con l'augurio che il 2012 sia così per tutti voi che mi onorate della vostra lettura: mosso, ma sereno. E con una mano che sappia sorreggervi quando serve.


18 commenti:

  1. Auguri anche a tutti voi...serenità prima di tutto..e un pò di calma, perchè no!!

    RispondiElimina
  2. Auguri anche a te!
    E incerti o no, che si continui a camminare!

    RispondiElimina
  3. sebbene io abbia notato la gratuita crudeltà della seconda riga di questo post :P,
    ho continuato a leggere. E' il più bell'augurio che ho ricevuto.
    mi piacerebbe che fosse così, specialmente che ci fosse quella mano...
    Auguro lo stesso a te :)
    ps. sgresende mai sentito

    RispondiElimina
  4. ...ma è in assoluto uno degli auguri più belli!!!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. @ new: magari, grazie

    @ ford: e tenere la direzione

    @ Barbara: sgresenda mi sa che è proprio vicentino stretto

    @ Economista: wow, grazie.

    RispondiElimina
  6. Speremm.

    Susibita-che-arriva-da-un-natale-un po'-sfigato

    RispondiElimina
  7. Grazie, mi hai commosso.
    Altrettanti auguri a te e alla tua tribù :)

    RispondiElimina
  8. Bellissima la foto, bellissima la tua lettura, bellissimo l'augurio!
    Io ti auguro un 2012 RICCO, ricco di tutto quello che tu desideri, ricco di tutto quello che ti fa stare bene!
    Tanti auguri!

    RispondiElimina
  9. "mosso ma sereno" mi piace proprio, quindi grazie di questo bell'augurio.

    p.s. da noi si dice SCENSE

    RispondiElimina
  10. L'idea di una sgresenda nella pelle, magari sotto le unghie, mi fa un po' effetto... Ma ho capito quel che vuoi dire: è una scheggia che non puoi ignorare, è un fastidio nel senso che per forza richiama la tua attenzione.

    Grazie mille dell'augurio, ricambio :)

    RispondiElimina
  11. @ mafalda e wonderP: grazie per gli auguri

    @ Monica: scense, bello ;)

    @ Ale: sono terribili, le sgresende

    RispondiElimina
  12. Mi vuoi far piangere? Dillo.
    Auguri a voi tutti.

    RispondiElimina
  13. Tanti auguri per un 2012 spumeggiante!

    RispondiElimina
  14. mi pare un augurio non da poco, grazie!

    RispondiElimina
  15. @ pellons: ma si piangiamo, che palle sennò, sempre a ridere

    @ maya e Ilaria: ;)

    RispondiElimina
  16. GRAZIE El_Gae ci hai fatto un'augurio MERAVIGLIOSO!!

    RispondiElimina
  17. E che mosso ma sereno sia anche per te! Poeta!! :)
    Un abbraccio partenopeo! ;)

    RispondiElimina
  18. Grazie per l'augurio sincero e buona sgresenda a tutti! :)

    RispondiElimina

Scrivi quello che vuoi, in questo blog non si censura un ca##@