lunedì 26 novembre 2012

Lo conosso mi, cheo lì

Trattasi di tipica frase veneta per darsi un tono, per segnalare al mondo che, in qualche modo, si conosce gente importante. 

Riflettevo in questi giorni che si è tornati dopo un bel po' a parlare di politica. Non si faceva più da che Mister B si è dimesso. 
O forse, più semplicemente, mi ero stancato di starci dietro io. Non so. 
Fatto sta che nelle ultime settimane mi sono rimesso di buzzo buono, oltre che a suonare come si deve (ma lo sapete che ho scoperto dopo circa 25 anni che ho iniziato a suonare la chitarra, che la qualità del plettro fa la differenza?)  a seguire i dibattiti tv. 
Un po' mi è toccato; mia suocera è da sempre un pasionaria di sinistra. 
"Puoi  tenerci i piccoli stasera?
"No, c'è Renzi a Vicenza"
"Aiuteresti El Gae a mettere a letto i bimbi che c'ho la riunione a scuola?"
"No! Devo andare a vedere la Moretti alle Acli". 
E così via...
Così, per non sentirsi esclusi ci siamo rimessi a guardarci sporadicamente Ballarò, Otto e mezzo, Santoro, Piazza Pulita...
Bellina la Moretti, vero?Era rappresentante d'istituto al mio liceo... è anche brava. Però fateci caso a quante volte vi dicono per prima cosa che è bella    
Dobbiamo ancora mangiarne, di pane duro...
Poi, una sera, la notizia....
Umberto Ambrosoli si candida in Lombardia.
Sentirlo parlare è stato un flash: legalità, partecipazione, bene comune... da quanto tempo non si sentivano?
Lo conosco personalmente, io, il Beto!
Faccio parte di un gruppetto che si chiama GDP (Gruppo di discussione politica) che tutti chiamano Cheghebe (KGB) perchè non ci troviamo mai ufficialmente, siamo in 5 e, nonostante la professata non appartenenza, tutti pensano che siamo comunisti della prima ora.
Tre anni fa abbiamo organizzato una serato dove Umberto Ambrosoli presentava il libro sulla storia di suo padre: "Qualunque cosa succeda"
Ci siamo fatti S.Donà di Piave, Dueville in macchina. Si è parlato di lavoro, di viaggi, di figli (Il mio "socio" ne ha due, io ne avevo una e due in arrivo ma questo era un segreto, Ambrosoli tre).
Non c'è che dire, una persona con delle qualità notevoli, con una caratura superiore alla media ed un umorismo sornione veramente irresistibile. 
Serata stupenda, teatro pieno.
Poi lo abbiamo portato in un locale radical chic di quelli che ti servono formaggi e affettati a km zero. Stavano chiudendo e abbiamo implorato il gestore di farci sedere, di darci comunque qualcosa. Eravamo con Ambrosoli, perdio.
"Quello del miele?" disse il locandiere cadendo nel più classico dei luoghi comuni.
Fatalità su raitre stavano mandando proprio un'intervista ad Umberto Ambrosoli. È stata il nostro cavallo di Troia.
A fine cena, il gestore, un po' imbarazzato, si è avvicinato ed ha detto ad Umberto: "Mi piacerebbe che ti ricordassi di questo posto ma purtroppo  non saprei come fare... accetteresti questa?"
Era una maglia con scritto "Meno internet e più cabernet"
Il giorno dopo sulla sua pagina facebook Umberto Ambrosoli ringraziava nella sua nuova maglietta gli amici di Dueville.
Certamente non ha bisogno del mio endorsement. Non si ricorderà neppure di me, se non vagamente.
Però, ieri, mentre mettevo la mia crocetta, pensavo che mi spiace non poter votare per lui, perchè nelle parole che adesso pronuncia c'è un po' di speranza per il futuro e credo che troppo poco siamo abituati a pensare alla politica come a questo, al futuro.
Gli faccio un umile, spassionato, in bocca al lupo:

11 commenti:

  1. Io invece penso che si ricorderà di te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah! Magari vagamente. Non ho un volto facile da ricordare

      Elimina
  2. MORO!!!
    SCRIVI GRANDOOOO!
    ho la me porca età, benedetto tosat! no vede un sacranon, cussì ceo!
    Te mete in conto le diotrie che te me magna!

    Sani vecio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che io lo vedo a grandezza normale... sei sicura che non dipenda dalle impostazioni del tuo browser (che minchia sarà, mi hanno detto di chiederti così) ;)

      Elimina
    2. AHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHA...

      vedo le prime righe, da "...Riflettevo in questi giorni..." a "...fateci caso a quante volte...", in piccolino: fammi sapere se sei tu, altrimenti mi sa che devo fare l'upgrade agli occhiali!
      AHAHAHAHAHAHAH

      Sani vecio

      Elimina
  3. Dev'essere stato proprio un bell'incontro :-)

    RispondiElimina
  4. Gae, io mi ricorderei di te.
    E ti voterei pure! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm! Non so se io stesso voterei mai per me ;)
      Grazie comunque

      Elimina
  5. C'è proprio bisogno di una bella candeggiata generale... Speriamo che entrino in mischia persone che facciano della "legalità, partecipazione, bene comune ecc." scelte e non slogan... Gae, ma perchè non ti butti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi butterei anche, ma poi non sarei capace...

      Elimina

Scrivi quello che vuoi, in questo blog non si censura un ca##@