giovedì 23 agosto 2012

Il gioco dell'Oco

In vicentino l'oco non è solo il maschio dell'oca, è l'oca. Chissà perchè viene chiamata al maschile. Il plurale fa ochi.
Sia il maschile che il femminile vengono usati anche per connotare bipedi tendenzialmente più alti di statura e, almeno stando al vecchio zio Darwin, più evoluti .
Se però "oca", in dialetto veneto come in italiano, si riferisce a donne, magari belle ed appariscenti ma non particolarmente sveglie, "oco" significa "mona". 
Ah, anche "mona" è dialetto...
Si insomma, una persona sempliciotta e piuttosto facile da fregare. 

Oggi vi propongo un gioco: Il gioco dell'Oco o giro dell'Oco
occorrente:
Un oco. Nello specifico sono io, che mi illudo che alcune situazioni vadano immediatamente bene, senza incazzature inutili e senza assurde procedure.

Una o più utenze da attivare. Due esempi assolutamente a caso: Acqua e Luce

Un cartellone con un tot di caselle numerate: Numeri a piacere, siamo in Italia

Un dado: non due, mi raccomando, potreste trovarvi davanti ad alquanto improbabili progressioni nel percorso.

Regolamento: tirate il dado e avanzate del numero di caselle corrispondenti. Facile no? Poi leggete sulla casellina cosa dovete fare. Beh? Di continuo, fino allo sfinimento al raggiungimento del traguardo

Partita 1:
tiro il dado e mi esce 1. Chiamate il call center dell'Enel.
Chiamo. Ritiro il dato: 1. Compilate, stampate e spedite via fax il modulo che vi hanno inviato. Ritiro il dado: 3 (beh, dai!). Il tecnico uscirà per un sopraluogo (ed in effetti esce). Ritirate il dado: 1. State fermi sei mesi senza avere notizie.
Passati i sei mesi ritiro il dado: 1 la vostra documentazione è stata persa, ritornate alla casella numero 1.

Partita due:
Tirate il dado: 1. Recatevi allo sportello di Acque Vicentine. Ritira: 1. Un tecnico verrà sul posto al più presto, restate fermi 90 giorni.
Passati i 90 giorni, ritiro il dado: 1 La vostra pratica non ci risulta, torna alla casella 1 (che nel frattempo è cambiata, c'è scritto: bestemmiate di gusto).
Ritira il dado: 1. Se alla quarta madonna il tecnico non è ancora uscito, scrivete una mail al giorno a caso a tutti gli indirizzi che trovate sul sito (giuro che l'ho fatto).
Ritirate il dado: 6 (ellapeppa!). Sopraluogo e contatore in un sol colpo, acqua chiusa per mancanza di un raccordo. State fermi 15 giorni.
Ritirate il dado (dopo 15 gg, neh!): 1 il raccordo arriva e l'acqua pure (ma non ditelo a nessuno che prima dovreste attivare l'utenza).
Ritirate il dado: 1. Lo sportello non può attivare l'utenza perchè il tecnico non ha ancora inserito i dati del vostro impianto sul portale. State fermi un numero imprecisato di giorni, nel frattempo provate ad andare avanti con la partita precedente.


46 commenti:

  1. e mandarli a fanculo senza passare dal via?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aho, so un siggnore! Ti assicuro che lo faccio, mascherandolo con colpi di tosse ;)

      Elimina
  2. Ecco, io sono ferma col fotovoltaico. E considera che ci sono 4-5 ditte dietro che dovono tutte coordinarsi tra loro, Enel compresa.
    Mi sa che non ne usciamo.

    RispondiElimina
  3. Dio ecco l'italia perchè va a rotoli!!!
    io con acqua luce gas non ho avuto problemi, ma notevoli col cambio di la residenza, alla fine giuro me ne è arrivata una sola la mia sulla quale un impiegato comunale fantasioso ha scritto a mano in un angolo "vale anche per il marito" senza un timbro nè nulla.
    Guarda che brisighella vicenza vieni giù dritto e ci metti pochissimoooooo, daiiii vieni...!! baci ilaria frollins

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me lo avevano fatto con certificato di stato di famiglia. avevano messo una nota a mano... ma si può???

      Elimina
    2. Vuoi vedere il rinnovo della mia carta di identita', Gae? Roba che potevo scrivermelo da sola senza passare in circoscrizione e fare la fila. Siamo veramente ridicoli.

      Elimina
    3. Credo che in alcuni posti, in effetti, la gente si arrangi da sola

      Elimina
  4. Concordo con Anto.
    Bottigliate potenti! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe, si! Poi si ritira il dado e si va avanti :(

      Elimina
  5. Ti presto il Rungu, o bastone masai che dir si voglia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me se sentono il nome non serve nemmeno usarlo, fa già paura così! :)

      Elimina
  6. Tiro il dado la milionesima volta. Il tecnico dell'Enel per lo spostamento del gas non è pervenuto. Fatto impianto volante. Ritiro il dado per sollecitare la miliardesima volta. Esce: hai vinto una bomba. La piazzo, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io son di un'altra scuola, so' bombarolo ;)

      Elimina
  7. ossignur.
    che al confronto il mio bagno allagato è una pacchia.
    quanto meno è la dimostrazione che l'utenza funziona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, consoliamoci così, va là! ;)

      Elimina
  8. Ma le 20.000 lire non te le danno mai? Ah no era un altro gioco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che non ci ho mai giocato.... In ogni caso non le ho mai vinte :(

      Elimina
  9. Idem con l'INPS. Con essa si gioca sia materialmente che su internet, dopo la partita propedeutica per ottenere il PIN. Su entrambi i fronti ogni tiro mi dà 1.
    Gnapossofa' :(

    RispondiElimina
  10. Guarda io di dadi oggi ne ho tirati parecchi al lavoro e sono "andada baul e tornada casson" che tu sicuramente saprai cosa vuol dire...
    Certo che solo in Italia ci si mette così tanto per una cosa che dovrebbe essere semplice..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà questo detto in veneto non si usa. Essendo però io un grande fan del gruppo tirestino "Sardoni Barcolani Vivi" ne conosco il significato... ;)

      Elimina
  11. un gioco a cui, immagino, ti sei divertito (p)oco... :)

    RispondiElimina
  12. e giocare a non t'arrabbiare? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, che gusto c'è a non arrabbiarsi?

      Elimina
  13. Hai sbagliato dado per questo gioco di ruolo era un d20 che dovevi usare ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici? Me lo segno per la prossima volta ;)

      Elimina
  14. Capisco bene. Io sono appena uscito dall'incubo dopo lo sbaglio nel numero civico per il cambio di residenza. Tra Comune, motorizzazione & co, ci ho messo due mesi. Forse adesso ce l'abbiamo fatta, ma non grido vittoria finché non mi arrivano tutte le lettere a casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che il mio comune sta facendo anche la caccia ai residenti perchè, se non supera una certa soglia di abitanti risparmia con i contributi, o cose così. Non ti dico la faccia che hanno fatto quando siamo andati ad iscriverci all'anagrafe :)

      Elimina
  15. Questo gioco dell'oco è avvincente, sorprendente e insieme così reale! Io mi sono divertita tanto, non so tu. Sei attualmente il mio scrittore di gialli preferito , per questa settimana almeno :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di gialli? Mi piacciono, ma non sapevo di scriverli :)

      Elimina
  16. ...io ho fatto giocare la suocera... santa donna, è come un pitbull (maligno, ma ho preservato l'ulcera)... solo per 3 mesi di lavori e trasloco avevo già perso 6 kg, non ce la potevo fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sadico, però a far giocare la suocera. Quasi quasi... :)

      Elimina
  17. Io cambierei gioco. Non so, un buon vecchio picchiaduro o sparatutto da sala giochi anni ' 90. Così per dire, eh

    RispondiElimina
  18. sapessi quante volte ho dovuto lanciare il dado per la burocrazia varia che serve per aprire un piccolissimo negozio. aaaaaaahhh... e pensa che ancora, nonostante sia aperto, non è ancora finitaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  19. grande il gioco dell'Oco!
    Ci sono passata poche settimane fa, nuova casa, senza saperlo di giocare. Più che altro mi ci sono incazzata e invece tu... hai colto il lato positivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, beh, diciamo che ci piace ridere delle difficoltà :(

      Elimina
    2. grazie per la visita... hai vinto una nuova follower! A presto.

      Elimina
  20. anca ti gae ... fare queste cose sotto le ferie... tutti i lavori che ci son da fare e sotto le ferie... le ferie in certi ambienti iniziano 1 mese prima della data e finiscono 1 mese dopo il rientro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, io però avevo il sospetto che le mie ferie fossero sprecate e che loro, invece, lavorassero sempre così... mah!?

      Elimina

Scrivi quello che vuoi, in questo blog non si censura un ca##@